EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
1.IMPOSTAZIONE BASE

La costruzione del forno inizia con la base d'appoggio che sara' piu ampia del diametro del forno di almeno 15 - 20 cm anche per poter disporre di un piano d'appoggio sempre utile e alta circa 1,2 metri da terra.

E' importante che il piano del forno sia perfettamente orizzontale per poter cuocere con facilità anche cibi inizialmente liquidi come la farinata.

1

costruzione-forno-2

2.LAVORAZIONE MATTONI

A questo punto vi e' la lavorazione dei mattoni che formano la cupola: Sopra la base va steso un piano di mattonelle e tra la base e le mattonelle occorre mettere uno spesso strato di materiale isolante come argilla espansa o vermiculite, il tutto tenuto insieme da cemento refrattario e sabbia.

2

I mattoni refrattari in genere hanno un lato liscio ed uno lavorato con una scritta od un marchio: il lato liscio deve restare a vista, mentre il lato lavorato alloggerà nella sabbia, per maggiore aderenza e per avere un piano cottura senza asperità.

91

3.COSTRUZIONE DELLA CUPOLA

A questo punto occorre costruire la cupola. Le dimensioni dipendono dalla circonferenza del forno alla base e dalla altezza della volta. L'altezza della volta alla sommità interna si ricava con la formula:
H = d/3,4 dove H è l'altezza della volta e d è il diametro del forno in centimetri.

5
Bisogna fare in modo che il centro della base del forno si avvicini al fuoco in modo da concentrare la riflessione del calore della volta sul piano di cottura.

costruzione-forno-5

LA LAVORAZIONE DEI MATTONI

 

4.FINITURA IN GREZZO

Terminata la cupola di sabbia, si procede subito col rivestimento di argilla e sabbia.

6

costruzione-forno-16

costruzione-forno-17

5.ISOLAMENTO TERMICO

Occorre adesso uno strato di isolamento termico, che non faccia disperdere il calore verso l'esterno.

8

costruzione-forno-14

6.RIFINITURA

Siamo alla finitura esterna, qui vale l'estro del costruttore.

9

costruzione-forno

costruzione-forno-11

 

 

 

 

Cuocere la pizza in un forno a legna è un’arte tradizionale: costruirlo, accenderlo, gestirlo durante l’uso e dopo, richiede un’esperienza che non è comune a tutti